povera gente lo spettacolo

Povera Gente

VISITA LA NOSTRA PAGINA TOURNEE CON LE DATE PER LA PROSSIMA STAGIONE!!!



Produzione Compagnia del Teatro Popolare / Compagnia BabyGang

con il contributo di Être un progetto di Fondazione Cariplo

Povera Gente
testo e drammaturgia di Carolina De La Calle Casanova

regia di Paolo Rossi

con Paolo Rossi 

e Carolina De La Calle Casanova, Paolo Faroni, Marco Ripoldi, Valentina Scuderi

musiche originali di Emanuele Dell’Aquila

musiche dal vivo di Francesco Arcuri

sviluppo dei movimenti scenici a cura di Giorgio Rossi

palco e maschere di Andrea Cavarra

scenografie realizzate da Gian Luca Albertin, Chiara Arsini e Olivia Fercioni – Accademia di Belle Arti di Brera

responsabile di palcoscenico Bruno Crescenzo

disegno luci di Marcello Cavoto

scheda tecnica audio di Mario Ordine

organizzazione di Josephine Magliozzi e Sara Carmagnola

con la straordinaria partecipazione del popolo di Milano e dintorni

suite moderna in due atti

Povera Gente, il nuovo spettacolo di Paolo Rossi e la neonata Compagnia del Teatro Popolare, è ispirato a El Nost Milan di Carlo Bertolazzi e non solo.

Povera Gente parte dall’improvvisazione, la capacità di mischiare lingue e dialetti, il dialogo con il pubblico, esercizio e studio del mestiere dell’attore, rinnovandosi ogni volta con nuove gag, personaggi e storie. Grazie a questa agile drammaturgia, Povera Gente si propone come un contenitore in continua trasformazione e di conseguenza irripetibile. Scrivono Paolo Rossi e Carolina De La Calle Casanova: “A Barletta abbiamo parlato dell’usura e domani a Milano parleremo di giustizia. A Torino? Vedremo cosa succede nel paese prima di arrivare a Torino”. La serialità, come nelle fiction, permette allo spettacolo di poter introdurre all’interno della propria storia nuove vicende e riflessioni che nascono lungo il tour. Realtà e finzione si intersecano in uno spettacolo dove allo spettatore è richiesta una interazione continua e fattiva.

E se El Nost Milan costituisce lo spunto iniziale, questo lavoro fonde mirabilmente mimica, uso dello spazio e improvvisazione per raccontare la storia tragicomica di un’Italia che crediamo di conoscere ma che in realtà dovremmo scoprire provando per un solo giorno ad essere stranieri. Per raccontare il paese bisogna guardarlo come si guarda una cosa nuova e allora le facce dei furbetti, dei poliziotti, dei politici sempre coinvolti, del fai da te forse ci diranno qualcos’altro. Tra i buoni e i cattivi cercare disperatamente l’eccellenza dell’innocenza, se c’è.

Povera Gente è la prima produzione teatrale della Compagnia del Teatro Popolare, nata dal sodalizio tra il capocomico e la Compagnia BabyGang di Milano. Dopo un lungo percorso di formazione e studio sul mestiere dell’attore, sulla drammaturgia contemporanea e sulla relazione border-line con il pubblico, la Compagnia si pone come primo scopo l’indagine sul rapporto del teatro con la realtà odierna.

Lo spettacolo, presentato in forma di studio nella scorsa stagione, “mostra il Rossi più irriverente, ispirato, il suo ghigno da capocomico è contagioso, dialoga con il pubblico sovvertendo la scena, il proscenio è il prolungamento della sua pantomima che grazie alla drammaturgia rock di Carolina De La Calle Casanova mette in scena una sorta di Divina Commedia senza paradiso nè inferno dove ritrovare carnefici e vittime, poi c’è un ensamble di attori che recitano come se suonassero blues, il copione diventa improvvisazione pura ed avviluppante, il riso come antidoto al terrore di chapliniana memoria, uno sguardo disilluso sui soprusi dei cravattari, che poi non sono così diversi dalle banche e la crisi nera della povertà che non fa più distinzione, alla mensa dei poveri si trovano ex manager, avvocati e disabili”.

Cosimo Damiano Damato

La Gazzetta del Mezzogiorno, Aprile 2010

Annunci

4 risposte a povera gente lo spettacolo

  1. laura (Italia) ha detto:

    Tutti , tutti i sogni che voi avete portato via ai padri dei nostri padri noi li rivogliamo qui e subito……

  2. marco ha detto:

    E’ possibile conoscere chi è l’autore della musica che accompagna la scena del pagliaccio.(è forse pierino e il lupo?)

  3. ivan bormann ha detto:

    http://www.produzionidalbasso.com/pdb_704.html
    aiutateci a produrre questo film sull’anarchico triestino Umberto Tommasini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...